Cod.Fisc.: 97238130823 | P.IVA – 06191360822 | Tel./Fax – 091217026 | Cell. +393209738593

 

Il progetto “Alien Web” – rivolto agli studenti delle scuole: I.C. Santa Cristina Gela, I.C. Belmonte Mezzagno, Liceo Scientifico Cannizzaro di Palermo – nasce con l’obiettivo di favorire un utilizzo adeguato delle nuove tecnologie informatiche con particolare riferimento alla prevenzione del disagio giovanile e ad uno uso scorretto dello stesso, che ha portato in questi ultimi anni alla diffusione di un nuovo problema sociale quale il cyberbullismo.

Il progetto ha previsto la realizzazione di differenti attività integrate tra loro e aventi l’obiettivo comune di prevenire e contrastare il disagio di adolescenti e giovani agendo, sia sui giovani sia sul nucleo familiare.

Si sono così programmate differenti tipologie di attività a sostegno dei ragazzi quali uno sportello di counseling psicologico ed attività formative inerenti il tema del bullismo e del cyberbullismo.

L’attività di counseling ha offerto ai partecipanti uno spazio di ascolto e di sostegno all’interno del quale acquisire le strategie e gli strumenti per riuscire a fronteggiare le situazioni critiche, diminuendo cosi gli elementi di disagio spesso causa del bullismo e cyberbullismo. A favore dei giovani si sono attivate attività formative tese alla realizzazione di attività di prevenzione e/ o supporto al disagio evolutivo e socioculturale, al fine di contrastare il rischio della comparsa di comportamenti devianti di varia natura come: bullismo, forme di prevaricazione, uso-abuso e internet addiction.

Requisito principale per la prevenzione del fenomeno del cyberbullismo è stata non soltanto la promozione di abilità prosociali basate sul rispetto del prossimo e sulla cooperazione, ma anche favorire una maggiore conoscenza del fenomeno tra gli insegnanti, permettendo loro di comprendere particolari segni di disagio espressi dagli alunni.

Alla fine del progetto si è evidenziato come le attività realizzate, sia quelle a favore dei giovani sia quelle a favore delle famiglie, abbiano ricevuto grande attenzione da parte del territorio, registrando buoni numeri e grande partecipazione, segno di grande ricettività del territorio. E’ emersa, inoltre, una maggiore consapevolezza in merito ai temi del bullismo e cyberbullismo e capacità di discriminazione delle strategie più adeguate nel fronteggiare tali fenomeni. Anche gli alunni, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva agli incontri programmati, hanno acquisito maggiore consapevolezza, strategie di riconoscimento e denuncia del fenomeno.

In considerazione dei risultati positivi ottenuti in termini di sensibilizzazione, di una maggiore conoscenza del fenomeno, di utilizzo di strategie adeguate e di acquisizione di competenze prosociali e dei conseguenti benefici sul clima relazionale all’interno del contesto scolastico, si è manifestata nei dirigenti scolastici delle scuole coinvolte piena disponibilità rispetto alla possibile prosecuzione del progetto riconoscendone la valenza in termini di crescita generale.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *